Rito Romano

Sabato - 29 Maggio 2021

VIII settimana T.O.

Prima Lettura

Sir 51, 17-27: 17 Con essa feci progresso; onorerò chi mi ha concesso la sapienza.  18 Ho deciso infatti di metterla in pratica, sono stato zelante nel bene e non me ne vergogno.  19 La mia anima si è allenata in essa, sono stato diligente nel praticare la legge. Ho steso le mie mani verso l’alto e ho deplorato che venga ignorata.  20 A essa ho rivolto la mia anima e l’ho trovata nella purezza. In essa ho acquistato senno fin da principio, per questo non l’abbandonerò.  21 Le mie viscere si sono commosse nel ricercarla, per questo ho fatto un acquisto prezioso.  22 Il Signore mi ha dato come mia ricompensa una lingua e con essa non cesserò di lodarlo.  23 Avvicinatevi a me, voi che siete senza istruzione, prendete dimora nella mia scuola.  24 Perché volete privarvi di queste cose, mentre le vostre anime sono tanto assetate?  25 Ho aperto la mia bocca e ho parlato: «Acquistatela per voi senza denaro.  26 Sottoponete il collo al suo giogo e la vostra anima accolga l’istruzione: essa è vicina a chi la cerca.  27 Con i vostri occhi vedete che ho faticato poco e ho trovato per me un grande tesoro.  

Vangelo

Mc 11, 27-33: 27 Andarono di nuovo a Gerusalemme. E, mentre egli camminava nel tempio, vennero da lui i capi dei sacerdoti, gli scribi e gli anziani 28 e gli dissero: «Con quale autorità fai queste cose? O chi ti ha dato l’autorità di farle?». 29 Ma Gesù disse loro: «Vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, vi dirò con quale autorità faccio questo. 30 Il battesimo di Giovanni veniva dal cielo o dagli uomini? Rispondetemi».  31 Essi discutevano fra loro dicendo: «Se diciamo: “Dal cielo”, risponderà: “Perché allora non gli avete creduto?”. 32 Diciamo dunque: “Dagli uomini”?». Ma temevano la folla, perché tutti ritenevano che Giovanni fosse veramente un profeta.  33 Rispondendo a Gesù dissero: «Non lo sappiamo». E Gesù disse loro: «Neanche io vi dico con quale autorità faccio queste cose».  

Lectio Vangelo