Rito Romano

Giovedì - 27 Maggio 2021

VIII settimana T.O.

Prima Lettura

Sir 42, 15-25: 15 Ricorderò ora le opere del Signore e descriverò quello che ho visto. Per le parole del Signore sussistono le sue opere, e il suo giudizio si compie secondo il suo volere.  16 Il sole che risplende vede tutto, della gloria del Signore sono piene le sue opere.  17 Neppure ai santi del Signore è dato di narrare tutte le sue meraviglie, che il Signore, l’Onnipotente, ha stabilito perché l’universo stesse saldo nella sua gloria.  18 Egli scruta l’abisso e il cuore, e penetra tutti i loro segreti. L’Altissimo conosce tutta la scienza e osserva i segni dei tempi, 19 annunciando le cose passate e future e svelando le tracce di quelle nascoste.  20 Nessun pensiero gli sfugge, neppure una parola gli è nascosta.  21 Ha disposto con ordine le meraviglie della sua sapienza, egli solo è da sempre e per sempre: nulla gli è aggiunto e nulla gli è tolto, non ha bisogno di alcun consigliere.  22 Quanto sono amabili tutte le sue opere! E appena una scintilla se ne può osservare.  23 Tutte queste cose hanno vita e resteranno per sempre per tutte le necessità, e tutte gli obbediscono.  24 Tutte le cose sono a due a due, una di fronte all’altra, egli non ha fatto nulla d’incompleto.  25 L’una conferma i pregi dell’altra: chi si sazierà di contemplare la sua gloria?  

Vangelo

Mc 10, 46-52: 46 E giunsero a Gerico. Mentre partiva da Gerico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timeo, Bartimeo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. 47 Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!». 48 Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!». 49 Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!». Chiamarono il cieco, dicendogli: «Coraggio! Àlzati, ti chiama!». 50 Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. 51 Allora Gesù gli disse: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!». 52 E Gesù gli disse: «Va’, la tua fede ti ha salvato». E subito vide di nuovo e lo seguiva lungo la strada.  

Lectio Vangelo