Rito Romano

Giovedì - 02 Agosto 2018

XVII settimana T.O.

Prima Lettura

Ger 18, 1-6: 1 Questa parola fu rivolta dal Signore a Geremia: 2 «Àlzati e scendi nella bottega del vasaio; là ti farò udire la mia parola». 3 Scesi nella bottega del vasaio, ed ecco, egli stava lavorando al tornio. 4 Ora, se si guastava il vaso che stava modellando, come capita con la creta in mano al vasaio, egli riprovava di nuovo e ne faceva un altro, come ai suoi occhi pareva giusto.  5 Allora mi fu rivolta la parola del Signore in questi termini: 6 «Forse non potrei agire con voi, casa d’Israele, come questo vasaio? Oracolo del Signore. Ecco, come l’argilla è nelle mani del vasaio, così voi siete nelle mie mani, casa d’Israele. 

Vangelo

Mt 13, 47-53: 47 Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. 48 Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. 49 Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni 50 e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti.  51 Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: «Sì». 52 Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche».  53 Terminate queste parabole, Gesù partì di là. 

Lectio Vangelo