Rito Ambrosiano

Lunedì - 29 Gennaio 2018

Settimana della IV Domenica dopo l'Epifania

Prima Lettura

Sir 24, 30-34: 30 Io, come un canale che esce da un fiume e come un acquedotto che entra in un giardino, 31 ho detto: «Innaffierò il mio giardino e irrigherò la mia aiuola». Ma ecco, il mio canale è diventato un fiume e il mio fiume è diventato un mare.  32 Farò ancora splendere la dottrina come l’aurora, la farò brillare molto lontano. 33 Riverserò ancora l’insegnamento come profezia, lo lascerò alle generazioni future.  34 Vedete che non ho faticato solo per me, ma per tutti quelli che la cercano.  

Vangelo

Mc 5, 24-34: 24 Andò con lui. Molta folla lo seguiva e gli si stringeva intorno.  25 Ora una donna, che aveva perdite di sangue da dodici anni 26 e aveva molto sofferto per opera di molti medici, spendendo tutti i suoi averi senza alcun vantaggio, anzi piuttosto peggiorando, 27 udito parlare di Gesù, venne tra la folla e da dietro toccò il suo mantello. 28 Diceva infatti: «Se riuscirò anche solo a toccare le sue vesti, sarò salvata». 29 E subito le si fermò il flusso di sangue e sentì nel suo corpo che era guarita dal male.  30 E subito Gesù, essendosi reso conto della forza che era uscita da lui, si voltò alla folla dicendo: «Chi ha toccato le mie vesti?». 31 I suoi discepoli gli dissero: «Tu vedi la folla che si stringe intorno a te e dici: “Chi mi ha toccato?”». 32 Egli guardava attorno, per vedere colei che aveva fatto questo. 33 E la donna, impaurita e tremante, sapendo ciò che le era accaduto, venne, gli si gettò davanti e gli disse tutta la verità. 34 Ed egli le disse: «Figlia, la tua fede ti ha salvata. Va’ in pace e sii guarita dal tuo male».  

Lectio Vangelo