Rito Ambrosiano

Lunedì - 01 Gennaio 2018

Ottava del Natale - Circoncisione del Signore

Prima Lettura

Nm 6, 22-27: 22 Il Signore parlò a Mosè e disse: 23 «Parla ad Aronne e ai suoi figli dicendo: “Così benedirete gli Israeliti: direte loro:  24 Ti benedica il Signore e ti custodisca.  25 Il Signore faccia risplendere per te il suo volto e ti faccia grazia.  26 Il Signore rivolga a te il suo volto e ti conceda pace”.  27 Così porranno il mio nome sugli Israeliti e io li benedirò».  

Seconda Lettura

Fil 2, 5-11: 5 Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù:  6 egli, pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio l’essere come Dio,  7 ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo, diventando simile agli uomini. Dall’aspetto riconosciuto come uomo,  8 umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e a una morte di croce.  9 Per questo Dio lo esaltò e gli donò il nome che è al di sopra di ogni nome,  10 perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra,  11 e ogni lingua proclami: «Gesù Cristo è Signore!», a gloria di Dio Padre.  

Vangelo

Lc 2, 18-21: 18 Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. 19 Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore. 20 I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro.  21 Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo.  

Lectio unificata