Rito Ambrosiano

Domenica - 31 Dicembre 2017

Domenica nell'ottava del Natale del Signore

Prima Lettura

Pr 8, 22-31: 22 Il Signore mi ha creato come inizio della sua attività, prima di ogni sua opera, all’origine.  23 Dall’eternità sono stata formata, fin dal principio, dagli inizi della terra.  24 Quando non esistevano gli abissi, io fui generata, quando ancora non vi erano le sorgenti cariche d’acqua; 25 prima che fossero fissate le basi dei monti, prima delle colline, io fui generata, 26 quando ancora non aveva fatto la terra e i campi né le prime zolle del mondo.  27 Quando egli fissava i cieli, io ero là; quando tracciava un cerchio sull’abisso, 28 quando condensava le nubi in alto, quando fissava le sorgenti dell’abisso, 29 quando stabiliva al mare i suoi limiti, così che le acque non ne oltrepassassero i confini, quando disponeva le fondamenta della terra, 30 io ero con lui come artefice ed ero la sua delizia ogni giorno: giocavo davanti a lui in ogni istante, 31 giocavo sul globo terrestre, ponendo le mie delizie tra i figli dell’uomo.  

Seconda Lettura

Col 1, 13: 13 È lui che ci ha liberati dal potere delle tenebre e ci ha trasferiti nel regno del Figlio del suo amore,  

Col 1, 15-20: 15 Egli è immagine del Dio invisibile, primogenito di tutta la creazione,  16 perché in lui furono create tutte le cose nei cieli e sulla terra, quelle visibili e quelle invisibili: Troni, Dominazioni, Principati e Potenze. Tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui.  17 Egli è prima di tutte le cose e tutte in lui sussistono.  18 Egli è anche il capo del corpo, della Chiesa. Egli è principio, primogenito di quelli che risorgono dai morti, perché sia lui ad avere il primato su tutte le cose.  19 È piaciuto infatti a Dio che abiti in lui tutta la pienezza  20 e che per mezzo di lui e in vista di lui siano riconciliate tutte le cose, avendo pacificato con il sangue della sua croce sia le cose che stanno sulla terra, sia quelle che stanno nei cieli.  

Vangelo

Gv 1, 1-14: 1 In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.  2 Egli era, in principio, presso Dio:  3 tutto è stato fatto per mezzo di lui e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste.  4 In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini;  5 la luce splende nelle tenebre e le tenebre non l’hanno vinta.  6 Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni.  7 Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui.  8 Non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce.  9 Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo.  10 Era nel mondo e il mondo è stato fatto per mezzo di lui; eppure il mondo non lo ha riconosciuto.  11 Venne fra i suoi, e i suoi non lo hanno accolto.  12 A quanti però lo hanno accolto ha dato potere di diventare figli di Dio: a quelli che credono nel suo nome,  13 i quali, non da sangue né da volere di carne né da volere di uomo, ma da Dio sono stati generati.  14 E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi; e noi abbiamo contemplato la sua gloria, gloria come del Figlio unigenito che viene dal Padre, pieno di grazia e di verità.  

Lectio unificata