Rito Romano

Sabato - 16 Dicembre 2017

II settimana di Avvento

Prima Lettura

Sir 48, 1-4: 1 Allora sorse Elia profeta, come un fuoco; la sua parola bruciava come fiaccola.  2 Egli fece venire su di loro la carestia e con zelo li ridusse a pochi.  3 Per la parola del Signore chiuse il cielo e così fece scendere per tre volte il fuoco.  4 Come ti rendesti glorioso, Elia, con i tuoi prodigi! E chi può vantarsi di esserti uguale?  

Sir 48, 9-11: 9 Tu sei stato assunto in un turbine di fuoco, su un carro di cavalli di fuoco; 10 tu sei stato designato a rimproverare i tempi futuri, per placare l’ira prima che divampi, per ricondurre il cuore del padre verso il figlio e ristabilire le tribù di Giacobbe.  11 Beati coloro che ti hanno visto e si sono addormentati nell’amore, perché è certo che anche noi vivremo.  

Vangelo

Mt 17, 10-13: 10 Allora i discepoli gli domandarono: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elia?». 11 Ed egli rispose: «Sì, verrà Elia e ristabilirà ogni cosa.  12 Ma io vi dico: Elia è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto. Così anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire per opera loro». 13 Allora i discepoli compresero che egli parlava loro di Giovanni il Battista.